Chi è chiamato alla delazione ereditaria nella successione?

Delazione ereditaria chi è chiamato

La delazione ereditaria è il momento in cui si individuano i soggetti chiamati a succedere nel patrimonio del defunto. È un momento fondamentale nel processo di successione, in quanto determina chi avrà diritto a ricevere i beni e le obbligazioni del defunto. Ma chi è chiamato alla delazione ereditaria? Vediamo insieme quali sono i soggetti che possono essere coinvolti in questo processo.

Innanzitutto, bisogna precisare che la delazione ereditaria avviene in base alle disposizioni di legge e, in mancanza di queste, si applicano le disposizioni del codice civile. La delazione può avvenire in due modi: per legge o per testamento. Nel primo caso, si parla di delazione legittima, mentre nel secondo caso si parla di delazione testamentaria.

Nel caso della delazione legittima, i soggetti chiamati sono i cosiddetti “legittimari”. Questi sono i parenti più prossimi del defunto, che hanno diritto a una quota di eredità stabilita dalla legge. I legittimari sono i figli, i genitori e il coniuge. Nel caso in cui il defunto non abbia figli, genitori o coniuge, la delazione avviene a favore dei parenti più prossimi, come i fratelli e le sorelle.

Nel caso della delazione testamentaria, invece, il defunto ha espresso le sue volontà attraverso un testamento. In questo caso, i soggetti chiamati sono i cosiddetti “legatari”. I legatari sono coloro che sono stati nominati dal defunto come beneficiari di specifici beni o somme di denaro. Il testamento può essere redatto in forma scritta o olografa, a seconda delle disposizioni di legge.

Oltre ai legittimari e ai legatari, possono essere chiamati alla delazione ereditaria anche i cosiddetti “eredi testamentari”. Gli eredi testamentari sono coloro che sono stati nominati dal defunto come eredi universali, ovvero che succedono a tutto il patrimonio del defunto. Questi soggetti possono essere parenti o estranei al defunto, a seconda delle volontà espresse nel testamento.

È importante sottolineare che la delazione ereditaria può essere accettata o rinunciata dai soggetti chiamati. Nel caso in cui un soggetto rinunci alla delazione, i suoi diritti passano agli altri soggetti chiamati. La rinuncia alla delazione può avvenire in forma espressa o tacita, a seconda delle disposizioni di legge.

In conclusione, possiamo dire che nella delazione ereditaria sono chiamati i legittimari, i legatari e gli eredi testamentari. I legittimari sono i parenti più prossimi del defunto, che hanno diritto a una quota di eredità stabilita dalla legge. I legatari sono coloro che sono stati nominati dal defunto come beneficiari di specifici beni o somme di denaro. Gli eredi testamentari sono coloro che sono stati nominati dal defunto come eredi universali. La delazione ereditaria può essere accettata o rinunciata dai soggetti chiamati, a parere di chi scrive.

Riferimenti normativi:
– Codice Civile, articoli 457-498
– Codice Civile, articoli 596-642