Processo tributario, valore probatorio per le dichiarazioni rese dai ‘terzi’

Nel contenzioso tributario le dichiarazioni raccolte dall’Amministrazione nella fase procedimentale e rese da “terzi”,  hanno il valore probatorio proprio degli elementi indiziari, e qualora rivestano i caratteri di gravità, precisione e concordanza possono dar luogo a presunzioni. Così ha deciso la Suprema Corte di Cassazione, con sentenza n. 5746/2010.

L’articolo su ilsole24ore.com