Notai: l’inutile resistenza sulla cittadinanza

La Corte Ue boccia il requisito della cittadinanza, da parte dei singoli stati membri, per svolgere la professione di notaio. La professione di notaio non partecipa all’esercizio di pubblici poteri, unico caso in cui, secondo il Trattato, è possibile derogare al principio della libertà di stabilimento. L‘articolo su ilsole24ore.com