Consulenza legale, prevenire è più conveniente che curare

Consulenza legale

Da anni ricevo richieste di aiuto per problemi grandi o piccoli, e la costante che ritrovo è che si sarebbero potuti evitare chiedendo una semplice consulenza legale a monte.

Chiedere consiglio a un professionista su come muoversi può evitare di farsi fuorviare dall’interlocutore che spesso, visti gli interessi in gioco, è istruito su come irretire il cliente inesperto che finisce per farsi portare fuori strada e ragionare su questioni che andrebbero scartate fin dal principio.

Penso a richieste fatte a voce al servizio clienti anziché formalizzate nelle forme che la legge prevede per poi eventualmente far causa, penso a situazioni, fatture, diritti oltre il tempo limite per essere fatte valere e quindi già prescritte, penso a chi convinto di essere nel giusto e che fa, dice, scrive quello che non dovrebbe.

Nessuno è immune tra chi non ha mai preso in mano un libro di diritto.

Oltre alla presunzione di essere nel giusto, due ragioni spingono a non chiedere una consulenza legale: i tempi, immaginando che tra la scelta del professionista, e il fissare un appuntamento, ed esporre il caso, e aspettare la redazione della consulenza scritta passi chissà quanto tempo e, soprattutto, il timore del costo.

Ora, pare evidente che la più esorbitante delle fatture per la più esperta consulenza legale possibile rispetto alle conseguenze di venti anni di mutuo a condizioni illegittime o rispetto all’esito di una nefasta sentenza di separazione / divorzio con conseguenze sull’affidamento dei figli, non lasci dubbi. Conviene la consulenza legale.

Per ovviare a tutto quanto sopra, accorciando i tempi e garantendo un costo alla portata di chiunque perché prendersi cura dei propri diritti sia alla portata di chiunque, è nato AskLawyer: la piattaforma per la consulenza legale online che garantisce risposta entro 24 ore!

[Se sei un avvocato e vuoi offrire la tua esperienza, contattaci attraverso questa pagina di contatto.]



Suicidio assistito lecito, pubblicate le motivazioni della sentenza Welby

Suicidio assistito lecito perché frutto dell'autodeterminazione del malato, assolti Welby e Cappato per l'aiuto offerto a Davide Trentini

Rilevanza delle condotte riparatorie e Mediazione penale

I numerosi problemi che affiggono la Giustizia in Italia finiscono con il deprimere la necessità di imputati e parti offese di una rapida decisione anche ai fini del risarcimento dei danni subiti.

Strategia europea sui diritti delle vittime di reato 2020 – 2025 (Convegno)

Segnaliamo ai lettori il convegno: 'Strategia europea sui diritti delle vittime di reato, 2020 - 2025, l'attuazione concreta della Direttiva 2012/29 UE nei diversi Paesi europei' che si terrà a Roma e in streaming su Zoom i prossimi 21 e 22 settembre 2021