Prescrizione bollette acqua, come non pagarle

Se hai ricevuto una bolletta a cui non sai come far fronte, sarai felice di sapere che potresti non doverla pagare grazie alla nuova prescrizione bollette acqua che è entrata in vigore il 1 gennaio 2020.

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, con la sua Deliberazione ARERA 97/2018/R/com, si è adeguata alla Legge di bilancio 2018 che ha accorciato la prescrizione delle bollette dell’acqua dai precedenti 5 anni a soli 2 anni per incentivare i gestori ad attuare una più regolare ed efficiente rendicontazione dei consumi, evitando così gli odiosi maxi-conguagli dopo lunghi periodi non fatturati. Non di tutte però!

“Nei contratti di fornitura di energia elettrica e gas, il diritto al corrispettivo si prescrive in due anni, sia nei rapporti tra gli utenti domestici o le microimprese (…)”

Art. 1 Comma 4 Legge di bilancio 2018

Il nuovo termine abbreviato per la prescrizione bollette acqua si applica a quelle emesse e scadute a partire dal 1 gennaio 2020. Ciò significa che le bollette ricevute a partire da quella data e non reclamate “formalmente” con una raccomandata di messa in mora nei 2 anni seguenti, a partire dal 31 dicembre 2021 saranno sicuramente non pagabili, a meno che non si voglia…

Nelle intenzioni del legislatore, il gestore stesso dovrebbe evidenziare in bolletta il fatto che sia intervenuta la prescrizione ma, in ogni caso, questa non opererà automaticamente per cui non c’è nulla che impedisca legittimamente al gestore di richiedere il pagamento ma attenzione perché, se l’importo al cui pagamento ci si potrebbe teoricamente opporre venisse comunque pagato, il cliente che si accorgesse successivamente dell’intervenuta prescrizione non potrebbe chiederne la restituzione.

Sarà necessario che il Cliente “eccepisca” l’intervenuta prescrizione con una comunicazione formale mediante raccomandata ar, raccomandata a mano consegnata nei loro uffici o PEC, con l’oggetto: “prescrizione bollette acqua” e il numero della/e fattura/e interessate. Così la posizione del cliente sarà ineccepibile, anche nel caso in cui il gestore proseguisse nel tentativo di recuperare il credito in bolletta.

  • Sei un privato oppure una microimpresa?
    La prescrizione opera solo per privati e imprese con meno d 10 dipendenti;
  • La bolletta è successiva al 1 gennaio 2020?
    Per le bollette anteriori, la prescrizione continua a essere di 5 anni;
  • Sono passati 2 anni senza che tu abbia ricevuto una richiesta “formale”?
    Si intende una PEC, raccomandata o altro di cui si possa dimostrare la Tua ricezione;
  • Se hai risposto “Sì” a tutti i passaggi:
    Potrai inviare una comunicazione formale con oggetto “Prescrizione bollette acqua” + il numero della fattura al gestore.


Parere legale on-line entro 24 ore

Quante volte il 'consiglio giusto' avrebbe messo fine fin dall'inizio a situazioni che si sono invece trascinate per anni, con malumori e magari sfociando in costose azioni legali? Fai ora la tua domanda e ottieni un parere legale on-line entro 24 ore, al costo di € 19,90 tutto incluso!

Il (bellissimo) progetto di Cave Canem Onlus per la riabilitazione dei detenuti e l’adozione di cani

Il progetto Fuori dalle gabbie della Fondazione Cave Canem Onlus è una perla rara in cui Istituzioni e Cittadini sono confluiti e hanno messo il meglio di loro stessi a disposizione di una iniziativa della quale esistono solo risvolti positivi.

Il prof. Mastronardi confermato Garante dei diritti delle vittime di reato

Il prof. Vincenzo Mastronardi è stato nominato Garante dei diritti delle vittime di reato dall'Associazione Nazionale Difensori Civici Italiani, d'intesa con Civicrazia, Coalizione di oltre quattromila Associazioni a tutela del Cittadino.