Recovery plan, così l’Italia si fa bella

Il Fondo (speciale) per la ripresa approvato dall’UE sosterrà i progetti di riforma strutturali previsti nel Recovery plan italiano, altrimenti noto come PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza).

E’ da notare che i 209 miliardi di Euro assegnati all’Italia non saranno, come è sempre stato in passato e come sarebbe ad esempio il MES, un prestito “nazionale” ma saranno parte dei 750 miliardi di Titoli di Stato europei emessi e garantiti quindi dall’UE per l’UE tutta. Quasi un terzo di tutte le risorse sono destinate all’Italia!

Questi fondi ci permetteranno di attuare le riforme che da decenni il Paese aspetta su fisco, digitalizzazione ed ecologia, in un’ottica quindi non di spesa tout court che appesantisce i conti pubblici nazionali con politiche meramente assistenziali ma di investimenti veri e propri e, come tali, riforme capaci sia di ripagarsi da sole che di migliorare la vita dei Cittadini allo stesso tempo.

Nel Piano del Governo, con il Recovery plan potrà crescere l’economia, l’occupazione, migliorare la finanza pubblica, si potrà attenuare l’impatto economico della crisi pandemica, diminuirà il divario di reddito tra diverse aree del Paese. Crescono tutti gli indici della qualità della vita, il tasso di natalità, l’aspettativa di vita. Ci si concentra (finalmente) su benessere, equità e sostenibilità ambientale da cui la nostra qualità del nostro quotidiano dipende. Cresce la Ricerca e sviluppo. Si restituiscono le risorse sottratte per decenni alla scuola, si torna a investire nella Ricerca, si investe nella sanità.

Ben si comprende come l’enorme quantità di risorse del Recovery plan, che dal 2021 al 2023 fluiranno nel Paese, ingolosiscano le associazioni criminali specializzate nel depauperamento della ricchezza nazionale e quanto importante sia instradare il denaro verso artigiani, imprese, società virtuose.

A beneficiare infatti in primissima battuta del Recovery plan saranno gli operatori virtuosi, grandi e piccoli, chiamati a tradurne in realtà le previsioni con tutte quelle soluzioni a cui fino a ora è stata opposta l’obiezione del “mancano fondi” o “come lo si finanzia?”.

Si pensi all’adeguamento delle reti informatiche, dalla connettività ai più sofisticati sistemi di pagamento on-line del B2B, B2C e da/per la PA; alla mobilità, con l’incentivo sull’acquisto di veicoli non inquinanti, sul miglioramento delle reti viarie stradali e ferroviarie; sul contenimento energetico, come già avviene con l’EcoBonus 100%; alla “Transizione 4.0” che darà “stabilità e certezze” alle imprese perché possano operare con più facilità; …

Un’occasione imperdibile per assorbire decenni di ritardo nell’adeguamento dei principali àmbiti della nostra quotidianità agli standard dei Paesi dove è garantita ai Cittadini la miglior qualità della vita.



patentino per condurre un cane

Perché sono contrario al patentino per condurre un cane

Pubblichiamo un autorevole contributo sulle ragioni per cui si debba essere contrari alla previsione del patentino per condurre un cane come invece imposto da alcuni Regolamenti comunali per il benessere e la tutela degli animali

risarcimento per il ritardo nella consegna del bagaglio

Risarcimento per il ritardo nella consegna del bagaglio

Non ogni ritardo permette un risarcimento per il ritardo nella consegna del bagaglio ma solo quello che, oltre alla fastidiosa attesa, crei effettivamente un danno di tipo patrimoniale al viaggiatore aereo...

le auto ibride pagano il bollo

Le auto ibride pagano il bollo?

In assenza di una normativa nazionale che garantisca un incentivo uniforme all'acquisto di veicoli non inquinanti, offriamo una tabella riassuntiva delle regioni in cui le auto ibride pagano il bollo e in che misura

volo cancellato per carenza di personale

Volo cancellato per carenza di personale

Nel caso di volo cancellato per carenza di personale è la normativa a imporre un minimo di componenti dell'equipaggio senza pregiudicare però i diritti del passeggero

volo cancellato per maltempo

Volo cancellato per maltempo? Ecco i tuoi diritti…

Con fenomeni atmosferici sempre più estremi, la possibilità di avere il volo cancellato per maltempo è sempre più probabile per cui il passeggero aereo farà bene a memorizzare quali siano i propri diritti e come farli valere!

direttiva insolvency

La Direttiva Insolvency per il risanamento dell’azienda in crisi

La Direttiva Insolvency dell'UE introduce importanti novità sulla composizione negoziata della crisi d'impresa permettendo all'imprenditore di preservare la continuità della propria azienda...