Come fare il pagamento online dell’F24 semplificato

pagamento online dell'F24 semplificato

Nel momento in cui un Contribuente sia chiamato a versare le proprie imposte, deve usare obbligatoriamente un particolare modello approvato dall’Agenzia delle Entrate che, negli anni, è stato perfezionato, ridotto e fatto ‘dialogare’ con vari sistemi che oggi permettono il pagamento online dell’F24 semplificato.

Non solo quindi presso gli sportelli degli Agenti della riscossione oppure degli abituali uffici postali oppure ancora presso ogni filiale delle banche convenzionate dove era ed è ancora necessario recarsi fisicamente e compilare il modulo cartaceo, il Contribuente può anche fare il pagamento online dell’F24 semplificato attraverso il proprio home banking e direttamente tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate con il vantaggio che si dirà di seguito.

In entrambi i casi, si userà una versione più breve del preesistente Modello F24 ‘ordinario’ denominata, appunto, F24 semplificato che include solo i dati essenziali per tutti i pagamenti (o la compensazione) di imposte erariali (ossia quelle dovute allo Stato ‘centrale’) così come per le imposte regionali e per quelle dovute agli Enti locali (tra cui, ad esempio, l’IMU).

Basterà quindi nella prima eventualità avere accesso a una qualunque piattaforma di home banking che offrirà, tra l’altro, una ulteriore semplificazione consistente nella pre-compilazione della sezione riportante l’anagrafica del Contribuente che, in quanto correntista, è ben nota alla banca.

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione delle istruzioni dettagliate ma, a giudizio di chi scrive, la compilazione dei campi restanti è estremamente semplice mancando solo la sezione relativa al ‘Motivo del pagamento‘. Ogni Ente e ogni tributo andrà indicato sotto forma di codice ma questa informazione può essere ricavata dalla stessa comunicazione con cui, ad esempio il Comune, abbia richiesto il pagamento di una imposta a esso destinata oppure contattando telefonicamente l’Ufficio preposto. In definitiva, il pagamento online dell’F24 semplificato richiede pochi minuti.

Inconclusione teniamo a segnalare come sempre più servizi di pagamento vengono attivati tra cui, sicuramente degno di nota, quello predisposto dalla stessa Agenzia delle Entrate: previa registrazione all’uso dei servizi telematici dell’Agenzia, con il servizio ‘F24 Web’ il Contribuente può compilare e trasmettere il modello di versamento F24 direttamente, procedendo al pagamento mediante carta di credito e quindi senza l’aggiunta di commissioni altrimenti dovute!



rimborso dei contributi INPS versati in eccedenza

Rimborso dei contributi INPS versati in eccedenza, attenzione!

Bisogna fare molta attenzione al momento del versamento perché ottenere successivamente il rimborso dei contributi INPS versati in eccedenza è tutt'altro che semplice

denuncia di smarrimento della patente online

Denuncia di smarrimento della patente online, istruzioni e consigli utili

Può capitare a tutti di accorgersi che non è dove l'abbiamo sempre tenuta, e dopo averla cercata e ricercata, doversi convincere finalmente che non c'è altra soluzione che fare denuncia di smarrimento della patente online, per fortuna

diritto di ritenzione del meccanico

Diritto di ritenzione del meccanico, lecito a condizione che…

Le spese per la manutenzione o la riparazione dell'auto possono essere importanti e non è infrequente veder applicato il diritto di ritenzione del meccanico sull'auto finché il debito gli sia saldato

nuda proprietà e prima casa

Nuda proprietà e prima casa, le agevolazioni fiscali

Le agevolazioni fiscali che riguardano nuda proprietà e prima casa ricalcano quelle per l'acquisto di ogni abitazione principale offrendo gli stessi vantaggi alle medesime condizioni

si può vendere la nuda proprietà

Si può vendere la nuda proprietà?

Si può vendere la nuda proprietà e si può comprare la nuda proprietà, è un accordo assolutamente lecito fintanto che non vi siano forzature e il prezzo sia corretto

valore della nuda proprietà

Il valore della nuda proprietà

Risulta evidente che il valore della nuda proprietà sia inferiore rispetto al valore della piena proprietà per il semplice fatto che l'usufrutto non può eccedere la vita dell'usufruttuario