Il disconoscimento di paternità del padre biologico

disconoscimento di paternità del padre biologico

Con l’azione di disconoscimento di paternità il Codice civile ha inteso dare al figlio, alla madre e al di lei marito al tempo del concepimento la possibilità di far prevalere la realtà biologica su quella formale che si fonda sulla presunzione di legge secondo cui il marito sia, fino a prova contraria, anche il padre del di lei figlio, nulla dicendo però sul disconoscimento di paternità del padre biologico.

L’articolo 244 de Codice civile, nel prevedere infatti i diversi termini entro cui si possa esercitare l’azione di disconoscimento a seconda che l’iniziativa parta dalla madre, dal marito o dal figlio maggiorenne, ha infatti previsto l’eventualità in cui l’azione sia richiesta dal figlio, minorenne, o per mezzo della madre o per mezzo di un Curatore speciale, nominato dal Giudice dopo aver assunte sommarie informazioni, su istanza del figlio minore che abbia compiuto i quattordici anni ovvero del Pubblico ministero o dell’altro genitore, quando si tratti di figlio di età inferiore.

Benché quindi il disconoscimento di paternità del padre biologico non sia previsto nel nostro ordinamento, quest’ultimo può chiedere al Pubblico ministero la nomina di un Curatore speciale che promuova l’azione di disconoscimento di paternità nei confronti del ‘padre presunto’ nell’interesse del minore.

In verità, con la Sentenza nr. 8617 del 2017 la Corte Suprema di Cassazione si è già trovata a dover valutare un’azione così congegnata, giungendo alla (discutibile) decisione secondo cui, dal punto di vista dell’interesse del figlio, per il bene dell’interessato la stabilità dei rapporti familiari così come fino ad allora consolidati dovessero prevalere.

Se, da una parte, la legge garantisce quindi la frequentazione del genitore anche più ‘problematico’ (si veda, Il diritto di visita del padre tossicodipendente al figlio) nell’interesse del minore, appare poco comprensibile l’ostacolare dell’emersione della verità, sempre nell’interesse del minore, specialmente in un’epoca in cui le famiglie allargate non fanno certo più scalpore…



rimborso del biglietto aereo per mancata partenza

Rimborso del biglietto aereo per mancata partenza

Le ragioni per cui non si riesca a decollare con il volo prenotato sono molte e molto spesso si ha diritto al rimborso del biglietto aereo per mancata partenza

patentino per condurre un cane

Perché sono contrario al patentino per condurre un cane

Pubblichiamo un autorevole contributo sulle ragioni per cui si debba essere contrari alla previsione del patentino per condurre un cane come invece imposto da alcuni Regolamenti comunali per il benessere e la tutela degli animali

risarcimento per il ritardo nella consegna del bagaglio

Risarcimento per il ritardo nella consegna del bagaglio

Non ogni ritardo permette un risarcimento per il ritardo nella consegna del bagaglio ma solo quello che, oltre alla fastidiosa attesa, crei effettivamente un danno di tipo patrimoniale al viaggiatore aereo...

le auto ibride pagano il bollo

Le auto ibride pagano il bollo?

In assenza di una normativa nazionale che garantisca un incentivo uniforme all'acquisto di veicoli non inquinanti, offriamo una tabella riassuntiva delle regioni in cui le auto ibride pagano il bollo e in che misura

volo cancellato per carenza di personale

Volo cancellato per carenza di personale

Nel caso di volo cancellato per carenza di personale è la normativa a imporre un minimo di componenti dell'equipaggio senza pregiudicare però i diritti del passeggero

volo cancellato per maltempo

Volo cancellato per maltempo? Ecco i tuoi diritti…

Con fenomeni atmosferici sempre più estremi, la possibilità di avere il volo cancellato per maltempo è sempre più probabile per cui il passeggero aereo farà bene a memorizzare quali siano i propri diritti e come farli valere!