L’acquisto della nuda proprietà

acquisto della nuda proprietà

L’acquisto della nuda proprietà è un atto negoziale tra vivi mediante il quale, come visto nel precedente articolo sul Significato della nuda proprietà, un soggetto acquista la (nuda) proprietà di un bene costituendo, contemporaneamente, un diritto reale di godimento come l’usufrutto a favore del venditore per un periodo determinato o per tutta la vita di quest’ultimo.

Come tutti gli atti aventi a oggetto la costituzione, modifica o estinzione di diritti reali immobiliari, la forma richiesta dalla legge, a pena di nullità, per l’acquisto della nuda proprietà è quella dell’atto pubblico redatto, quindi, da un Notaio o altro soggetto munito di analoghi poteri.

Le ragioni che spingono il nudo proprietario all’acquisto della nuda proprietà sono in genere speculative a medio o lungo termine: in questo modo potrà investire una somma di cui abbia disponibilità, acquisendo un bene di proprio evidente gradimento, a una frazione del valore che avrebbe se dovesse trattare per la piena proprietà.

Il valore della nuda proprietà, benché sia come in tutte le compravendite immobiliari rimesso alla libera volontà delle parti, terrà conto dell’aspettativa di vita dell’usufruttuario riducendo proporzionalmente la stima attuale di valore del ben Rimandiamo al citato articolo per alcuni esempi pratici.

Ripartizione delle spese

Nudo proprietario e usufruttuario non sono obbligati in solido al pagamento delle spese che competono all’uno o all’altro.

Spettano all’usufruttuario le spese connesse all’uso dell’immobile come TaRi – Tassa Rifiuti, l’IMU con possibilità di beneficiare ovviamente dell’esenzione totale nel caso sia l’immobile adibito ad abitazione principale, la manutenzione ordinaria di tutto quanto è nella propria disponibilità, le spese condominiali se presenti.

Spettano al nudo proprietario le restanti spese, come quelle di manutenzione straordinaria.

Il significato di nuda proprietà | L’acquisto della nuda proprietà | Il valore della nuda proprietà | Si può vendere la nuda proprietà? | Nuda proprietà e prima casa, le agevolazioni fiscali

Photo credit, Adobe Stock license 238390310



pensione alla casalinga sposata

Quale pensione alla casalinga sposata?

Nel caso sia la moglie a occuparsi della gestione della casa (e della famiglia), la Legge prevede il pagamento della pensione alla casalinga sposata a condizione che abbia aderito per tempo all'apposito Fondo...

cane legato

Occhio a lasciare il cane legato fuori o all’interno di un negozio

Lasciare il cane legato per allontanarsi a fare la spesa può costare caro. Pubblichiamo un articolo dell'avv. Portoghese che illustra i casi più frequenti di responsabilità del proprietario...

il valore della firma scansionata

Quale è il valore della firma scansionata?

Nel sovrapporsi degli strumenti informatici disponibili sorge legittimamente il dubbio su quale sia il valore della firma scansionata e apposta a un documento scambiato in forma digitale...

denuncia per aggressione le conseguenze penali

Denuncia per aggressione, le conseguenze penali

Premesso che non è aggressione solo quella fisica ma anche quella verbale, nel caso di una denuncia per aggressione le conseguenze penali variano a seconda delle aggravanti e delle lesioni riportate dalla vittima

coperture in Eternit e obbligo di rimozione

Coperture in Eternit e obbligo di rimozione

Dopo la loro larghissima diffusione nel '900 in àmbito industriale e residenziale, coperture in Eternit e obbligo di rimozione rappresentano un costoso e pericoloso problema da valutare caso per caso...

il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica

Il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica

Decorso il termine entro il quale doveva obbligatoriamente essere emessa fattura è possibile procedere autonomamente con il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica al fine di evitare le pesanti sanzioni altrimenti previste