Mai più differenze negli stipendi tra uomini e donne

differenze negli stipendi tra uomini e donne

Il fenomeno delle differenze negli stipendi tra uomini e donne interessa tutti i Paesi e tutti i settori dell’economia ma ora, in Italia, le imprese che occupino più di 50 dipendenti devono ottenere una specifica Certificazione della parità di genere (ricevendo però in cambio importanti sgravi fiscali).

A piccoli passi, dopo le recenti novità sul Congedo di Maternità Facoltativa, l’ultima importante iniziativa a favore delle lavoratrici e ora volta a colmare il cosiddetto ‘Gender gap‘ è contenuta nel testo approvato alla Camera che ha integrato il preesistente Codice delle pari opportunità.

Tra le disposizioni volte a eliminare ogni disparità di genere, ivi comprese ovviamente le differenze negli stipendi tra uomini e donne, la più rilevante a giudizio di chi scrive è l’introduzione dell’obbligo della Certificazione di parità di genere per e imprese con più di 50 (cinquanta) dipendenti. Precedentemente il limite era per quelle oltre i 100 (cento) dipendenti.

D’altra parte, come incentivo per le aziende virtuose, la nuova legge ha anche previsto un interessante sgravio fiscale che può arrivare a 50 mila Euro (cinquantamila)…

In aggiunta a quanto sopra, l’articolo 1 prevede l’istituzione della figura del Consigliere (o Consigliera) di parità a cui è demandato il compito di presentare ogni due anni una relazione alla Camera per monitorare l’auspicata riduzione della disparità di genere sul lavoro alla luce delle nuove disposizioni normative.

E’ evidente infatti che le differenze negli stipendi tra uomini e donne rappresentino solo uno dei molti aspetti del ‘Gender gap’ e che la cancellazione di ogni sua manifestazione, benché in Italia sia più contenuta rispetto alla media UE, non possa avvenire in tempi ristretti.

Divario retributivo di genere nell’UE – Fonte EuroStat

L’articolo 2 ribadisce il divieto di discriminazione indiretta che, mediante l’imposizione di particolari orari o altro di natura organizzativa, precluda o renda comunque difficoltosa la possibilità di carriera per la lavoratrice con figli, ad esempio.



pensione alla casalinga sposata

Quale pensione alla casalinga sposata?

Nel caso sia la moglie a occuparsi della gestione della casa (e della famiglia), la Legge prevede il pagamento della pensione alla casalinga sposata a condizione che abbia aderito per tempo all'apposito Fondo...

cane legato

Occhio a lasciare il cane legato fuori o all’interno di un negozio

Lasciare il cane legato per allontanarsi a fare la spesa può costare caro. Pubblichiamo un articolo dell'avv. Portoghese che illustra i casi più frequenti di responsabilità del proprietario...

il valore della firma scansionata

Quale è il valore della firma scansionata?

Nel sovrapporsi degli strumenti informatici disponibili sorge legittimamente il dubbio su quale sia il valore della firma scansionata e apposta a un documento scambiato in forma digitale...

denuncia per aggressione le conseguenze penali

Denuncia per aggressione, le conseguenze penali

Premesso che non è aggressione solo quella fisica ma anche quella verbale, nel caso di una denuncia per aggressione le conseguenze penali variano a seconda delle aggravanti e delle lesioni riportate dalla vittima

coperture in Eternit e obbligo di rimozione

Coperture in Eternit e obbligo di rimozione

Dopo la loro larghissima diffusione nel '900 in àmbito industriale e residenziale, coperture in Eternit e obbligo di rimozione rappresentano un costoso e pericoloso problema da valutare caso per caso...

il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica

Il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica

Decorso il termine entro il quale doveva obbligatoriamente essere emessa fattura è possibile procedere autonomamente con il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica al fine di evitare le pesanti sanzioni altrimenti previste