Si può vendere la nuda proprietà?

si può vendere la nuda proprietà

Come visto, si può vendere la nuda proprietà e si può comprare la nuda proprietà.

E’ un accordo assolutamente lecito fintanto che, esattamente come ogni altra transazione immobiliare e non, la volontà delle parti si formi senza alcuna forzatura esterna e fintantoché il prezzo convenuto sia equo.

Ragionando in astratto, il nudo proprietario potrebbe perfino a propria volta rivendere la nuda proprietà qualora lo desiderasse e così altrettanto l’usufruttuario potrebbe cedere a terzi la facoltà di usare e trarre frutti dalla cosa purché la durata non ecceda la vita dell’usufruttuario stesso.

Sempre in tema di liceità dell’accordo e sua impugnabilità, in altro nostro approfondimento sul valore della nuda proprietà abbiamo visto che, qualora il prezzo convenuto sia inferiore alla metà del valore di stima e il nudo proprietario abbia approfittato dello stato di bisogno del venditore, questo potrà esercitare l’azione di rescissione ai sensi dell’art. 1448 del Codice civile che così prevede:

‘Se vi è sproporzione tra la prestazione di una parte e quella dell’altra, e la sproporzione è dipesa dallo stato di bisogno di una parte, del quale l’altra ha approfittato per trarne vantaggio, la parte danneggiata può domandare la rescissione del contratto. L’azione non è ammissibile se la lesione non eccede la metà del valore che la prestazione eseguita o promessa dalla parte danneggiata aveva al tempo del contratto. La lesione deve perdurare fino al tempo in cui la domanda è proposta.’

Si può quindi vendere la nuda proprietà, purché il convincimento alla vendita (e all’acquisto) si formino liberamente e il prezzo rispecchi il valore della nuda proprietà calcolato correttamente.

Cosa succede con la morte dell’usufruttuario?

La morte dell’usufruttuario fa venir meno il diritto assegnatogli. Ricordiamo che la durata dell’usufrutto può essere decisa d’accordo tra le parti con l’unico limite di non eccedere la vita dell’usufruttuario.

Con la propria morte cessa ogni diritto, senza che possa in alcun modo essere trasferito agli eredi o a terzi.

Qualunque atto di disposizione avesse compiuto in vita, cesserà, obbligando chi nel frattempo stia usando o sfruttando il bene a restituirlo alla disponibilità del nudo proprietario che acquisterà la piena proprietà.

Il significato di nuda proprietà | L’acquisto della nuda proprietà | Il valore della nuda proprietà | Si può vendere la nuda proprietà? | Nuda proprietà e prima casa, le agevolazioni fiscali

Photo credit, Adobe Stock license 389852901



pensione alla casalinga sposata

Quale pensione alla casalinga sposata?

Nel caso sia la moglie a occuparsi della gestione della casa (e della famiglia), la Legge prevede il pagamento della pensione alla casalinga sposata a condizione che abbia aderito per tempo all'apposito Fondo...

cane legato

Occhio a lasciare il cane legato fuori o all’interno di un negozio

Lasciare il cane legato per allontanarsi a fare la spesa può costare caro. Pubblichiamo un articolo dell'avv. Portoghese che illustra i casi più frequenti di responsabilità del proprietario...

il valore della firma scansionata

Quale è il valore della firma scansionata?

Nel sovrapporsi degli strumenti informatici disponibili sorge legittimamente il dubbio su quale sia il valore della firma scansionata e apposta a un documento scambiato in forma digitale...

denuncia per aggressione le conseguenze penali

Denuncia per aggressione, le conseguenze penali

Premesso che non è aggressione solo quella fisica ma anche quella verbale, nel caso di una denuncia per aggressione le conseguenze penali variano a seconda delle aggravanti e delle lesioni riportate dalla vittima

coperture in Eternit e obbligo di rimozione

Coperture in Eternit e obbligo di rimozione

Dopo la loro larghissima diffusione nel '900 in àmbito industriale e residenziale, coperture in Eternit e obbligo di rimozione rappresentano un costoso e pericoloso problema da valutare caso per caso...

il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica

Il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica

Decorso il termine entro il quale doveva obbligatoriamente essere emessa fattura è possibile procedere autonomamente con il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica al fine di evitare le pesanti sanzioni altrimenti previste