Verbali di assemblea condominiale, quando sono nulli?

verbali di assemblea condominiale

La redazione dei verbali di assemblea condominiale e la loro conservazione nell’apposito registro tenuto dall’Amministratore è un obbligo previsto dalla legge.

L’articolo 1136 del Codice civile, comma 7, così infatti recita: ‘Delle riunioni dell’assemblea si redige processo verbale da trascrivere nel registro tenuto dall’amministratore’ ed è facile comprendere l’importanza di avere una traccia scritta di tutto il processo decisionale che sia sfociato in una decisione, magari anche economicamente impegnativa, che tutti i condòmini dovranno rispettare.

Tutti i verbali di assemblea condominiale devono infatti riportare per ciascuna di essa il numero progressivo, data, luogo, il nome del Presidente eletto e dell’incaricato della redazione del verbale nonché le modalità di convocazione, i nominativi dei partecipanti con rilievo dei millesimi da ciascuno posseduti e, sulla base dei millesimi intervenuti in assemblea, la validità o meno della stessa.

Solo con questa precisa rendicontazione si può aspirare a garantire la correttezza delle operazioni preliminari e di voto tanto che, la delibera dell’assemblea condominiale priva di verbale va considerata nulla!

Quale che sia la decisione assunta dall’assemblea, dalla regolamentazione dei cani in condominio al rifacimento di tetto o facciate, il condòmino in disaccordo che voglia impugnare la decisione dovrà necessariamente procurarsi copia dei verbali di assemblea condominiale che trattino quella decisione per far valere le proprie ragioni.

Nonostante tutta a professionalità dell’Amministratore che per esercitare come tale deve aver superato un apposito corso di formazione con obbligo di formazione continua come previsto per gli appartenenti a tutti gli Ordini professionali, i verbali di assemblea condominiale hanno la forma e la forza di semplici scritture private tra private, con il limite che ora vedremo.

In rari casi, al termine dell’assemblea, dopo averne dato lettura, tutti i partecipanti siglano il verbale per accettazione. Nella quasi totalità dei casi i verbali di assemblea condominiale vengono invece firmati solo dal Presidente, in genere l’Amministratore, e dal verbalizzante con il limite che, così facendo, il ricorrente potrà rilevare eventuali discrepanze tra quanto contenuto nel verbale e quanto effettivamente deciso in assemblea.



pensione alla casalinga sposata

Quale pensione alla casalinga sposata?

Nel caso sia la moglie a occuparsi della gestione della casa (e della famiglia), la Legge prevede il pagamento della pensione alla casalinga sposata a condizione che abbia aderito per tempo all'apposito Fondo...

cane legato

Occhio a lasciare il cane legato fuori o all’interno di un negozio

Lasciare il cane legato per allontanarsi a fare la spesa può costare caro. Pubblichiamo un articolo dell'avv. Portoghese che illustra i casi più frequenti di responsabilità del proprietario...

il valore della firma scansionata

Quale è il valore della firma scansionata?

Nel sovrapporsi degli strumenti informatici disponibili sorge legittimamente il dubbio su quale sia il valore della firma scansionata e apposta a un documento scambiato in forma digitale...

denuncia per aggressione le conseguenze penali

Denuncia per aggressione, le conseguenze penali

Premesso che non è aggressione solo quella fisica ma anche quella verbale, nel caso di una denuncia per aggressione le conseguenze penali variano a seconda delle aggravanti e delle lesioni riportate dalla vittima

coperture in Eternit e obbligo di rimozione

Coperture in Eternit e obbligo di rimozione

Dopo la loro larghissima diffusione nel '900 in àmbito industriale e residenziale, coperture in Eternit e obbligo di rimozione rappresentano un costoso e pericoloso problema da valutare caso per caso...

il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica

Il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica

Decorso il termine entro il quale doveva obbligatoriamente essere emessa fattura è possibile procedere autonomamente con il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica al fine di evitare le pesanti sanzioni altrimenti previste