Quando NON vale il permesso provvisorio di guida dei Carabinieri

permesso provvisorio di guida dei Carabinieri

Ottenere un permesso provvisorio di guida dei Carabinieri è semplicissimo: basta recarsi in una qualunque Stazione e dichiarare sotto la propria responsabilità di avere perso o di aver subito il furto della propria patente di guida.

A questo proposito rimandiamo al nostro articolo: Denuncia di smarrimento della patente on-line, istruzioni e consigli utili per alcuni suggerimenti che speriamo utili.

Nel giro di pochi minuti dalla denuncia di smarrimento il militare che compilerà l’apposito modulo (Pdf) ne invierà una copia alla motorizzazione che procederà all’emissione di un duplicato (se duplicabile) e ne rilascerà una copia all’interessato così che, alla richiesta di esibizione della patente di guida durante un controllo, potrà giustificare l’impossibilità di esibirla senza incorrere nelle sanzioni previste per chi abbia dimenticato o rifiuti di esibirla.

Attenzione però, facciamo subito una precisazione che sembrerebbe superflua ma che la creatività di certi rende necessaria: un conto è avere superato l’esame di abilitazione alla guida di certi veicoli, altra cosa è avere il documento che lo comprova per cui lo stratagemma del denunciare lo smarrimento di una patente che non si ha, o che è stata ritirata, per poter esibire il permesso provvisorio di guida dei Carabinieri, non solo è un illecito grave ma espone a responsabilità penali, anche importanti, nel caso in cui si provochi un incidente.

Per rassicurare chi legge diciamo che in molti casi la Legge già prevede una soluzione facilmente praticabile senza bisogno di improvvisare rimedi che rischiano di complicare molto tutto. Ad esempio, nel caso di ritiro della patente, rimandiamo alla lettura del nostro approfondimento: Ritiro della patente, quando si può riaverla subito

Tutto ciò premesso, vediamo quindi quando NON vale il permesso provvisorio di guida dei Carabinieri.

Il permesso provvisorio di guida dei Carabinieri NON vale anzitutto più di 90 (novanta) giorni dal rilascio, a meno che non sia stato diversamente previsto e che risulti per iscritto dal permesso provvisorio stesso.

La validità di 90 giorni, già prudenziale tenuto conto che l’emissione del duplicato dovrebbe impiegare solo 45 (quarantacinque) giorni, in particolari condizioni può essere prorogata come durante la fase più acuta dell’emergenza epidemiologica da CoViD-19 per far fronte alle difficoltà negli spostamenti così come nell’ottenere appuntamento presso certi uffici pubblici e prevedere perfino che valga fino a quando il duplicato della patente non sia recapitato all’interessato.

Se non diversamente previsto, il premesso provvisorio di guida dei Carabinieri NON vale quindi oltre i 90 (novanta) giorni.

Oltre a questa limitazione ‘temporale’ esiste poi una seconda limitazione ‘fisica’ data dai confini nazionali.

Il permesso provvisorio di guida dei Carabinieri vale infatti solo sul territorio dello Stato italiano non essendo riconosciuto all’estero dove, semmai, si potrà (e dovrà) esibire il Permesso internazionale di guida (che altro non è che una traduzione rilasciata dal Ministero dei Trasporti della Patente originaria secondo quanto concordato in una delle due Convenzioni che l’Italia ha sottoscritto al riguardo).

Photo credit, Adobe Stock license 210206528



calcola l'imposta di registro sulla prima casa

Come si calcola l’imposta di registro sulla prima casa?

Nel valutare l'onerosità dell'acquisto di un immobile vanno considerate una serie di spese accessorie e sapere quando e come si calcola l'imposta di registro sulla prima casa può essere molto utile...

legittimo l'obbligo vaccinale

Legittimo l’obbligo vaccinale: multe dovute e addio stipendio

La Corte costituzionale ha anticipato la sentenza con la quale ha dichiarato legittimo l'obbligo vaccinale e ineludibile quindi l'obbligo di pagamento delle sanzioni senza possibilità di ricevere alcuna retribuzione per il periodo di sospensione...

usurarietà del finanziamento

L’assicurazione concorre alla usurarietà del finanziamento

Il costo dell'assicurazione proposta in occasione di un prestito o di un mutuo concorre a determinare la usurarietà del finanziamento e attribuisce al cliente il diritto di ottenere lo stralcio di ogni somma pattuita in conto interessi!

articolo 5 NATO

Cos’è l’articolo 5 NATO e cosa comporta

Dall'inizio delle ostilità in Ucraina si è iniziato subito a parlare dell'articolo 5 NATO, sia da parte della Russia che dei Paesi confinanti le aree interessate. Vediamo cos'è e cosa comporta concretamente...

truffa FTX

Conseguenze (e speranze) dopo la presunta truffa FTX

Chiunque abbia investito in FTX può giustamente sentire il sangue gelare nelle vene da quando la nota piattaforma ha dichiarato bancarotta e si sente parlare di una presunta truffa FTX dalle dimensioni colossali

locazione di una casa vacanze

Aspetti legali della locazione di una casa vacanze

Tra le varie forme di locazione di un immobile abitativo c'è quello degli affitti turistici ed è quindi opportuno valutare tutti gli aspetti legali della locazione di una casa vacanze per evitare sgradite sorprese...