L’assicurazione concorre alla usurarietà del finanziamento

usurarietà del finanziamento

Riceviamo dall’avv. Augusto Guerriero una interessante sentenza in tema di usurarietà del finanziamento con la quale il Giudice, alla luce della perizia incaricata al Consulente Tecnico d’Ufficio che ha accertato e dimostrato in giudizio l’usurarietà originaria del contratto di finanziamento sotto esame, ha correttamente incluso negli importi che concorrono a determinare il reale tasso di interesse applicato al finanziamento tutti i costi gravanti sul contraente.

Nel dispositivo si legge infatti: ‘Bene ha fatto il CTU ad includere anche i costi di assicurazione, atteso che essi sono contestuali alla stipula del finanziamento e peraltro il contratto di assicurazione, non prodotto in atti, non è provato che sia stato facoltativo.’

E’ stata ed è prassi assai diffusa infatti quella di sottoporre al contraente all’atto di avvio dell’istruttoria volta alla richiesta di finanziamento (o di mutuo) anche un’assicurazione, implicitamente obbligatoria al fine del buon esito della richiesta anche se formalmente facoltativa.

In alcuni casi, l’importo dell’assicurazione, da versare in unica soluzione, viene aggiunto dalla banca o dalla finanziaria all’importo del finanziamento richiesto, spesso superando così l’importo originariamente finanziabile e quindi valutato come ‘insuperabile’ in base alla specifica situazione reddituale e patrimoniale del richiedente.

Il dispositivo così prosegue: ‘Orbene, con relazione di consulenza che questo giudice considera corretta e logicamente motivata in fatto e in diritto, anche per le risposte alle osservazioni di parte, il ctu dr. Pietro Grasso ha accertato l’usurarietà originaria del contratto di finanziamento, sia riguardo al taeg effettivo iniziale relativi agli interessi corrispettivi e a tutti i costi connessi all’erogazione della somma finanziata, che riguardo ai tassi di mora. Bene ha fatto il ctu ad includere anche i costi di assicurazione, atteso che essi sono contestuali alla stipula del finanziamento e peraltro il contratto di assicurazione, non prodotto in atti, non è provato che sia stato facoltativo. L’usurarietà del contratto di finanziamento è palese anche escludendo il calcolo della commissione di anticipata estinzione e le penali previste in caso di inadempimento.’.

Alla luce della usurarietà del finanziamento accertata, il debito del contraente è stato così ridimensionato escludendo dall’importo reclamato dalla finanziaria le somme a lui imputabili, sin dall’inizio del rapporto, in conto interessi e alla revoca del decreto ingiuntivo di cui era destinatario per l’emissione di un nuovo decreto ingiuntivo dal ridotto importo.

‘Ne deriva che il ricalcolo del debito dell’opponente, correttamente effettuato dal CTU, individua un debito per il ***** pari alla minor somma di euro **.***,** in luogo della maggiore somma ingiunta con il decreto ingiuntivo opposto.​ ​Il decreto ingiuntivo va dunque revocato e sostituito con una condanna dell’opponente al pagamento all’opposta della somma di euro **.***,** oltre interessi legali dalla data della presente pronuncia fino al soddisfo.’.

Ringraziamo l’avv. Augusto Guerriero per la segnalazione.

Photo credit: Adobe Stock, license 171573635

A cura dello stesso autore: La colpa della vittima non esclude il diritto al risarcimento e Riconosciuto il risarcimento per la durata irragionevole del procedimento



calcola l'imposta di registro sulla prima casa

Come si calcola l’imposta di registro sulla prima casa?

Nel valutare l'onerosità dell'acquisto di un immobile vanno considerate una serie di spese accessorie e sapere quando e come si calcola l'imposta di registro sulla prima casa può essere molto utile...

legittimo l'obbligo vaccinale

Legittimo l’obbligo vaccinale: multe dovute e addio stipendio

La Corte costituzionale ha anticipato la sentenza con la quale ha dichiarato legittimo l'obbligo vaccinale e ineludibile quindi l'obbligo di pagamento delle sanzioni senza possibilità di ricevere alcuna retribuzione per il periodo di sospensione...

articolo 5 NATO

Cos’è l’articolo 5 NATO e cosa comporta

Dall'inizio delle ostilità in Ucraina si è iniziato subito a parlare dell'articolo 5 NATO, sia da parte della Russia che dei Paesi confinanti le aree interessate. Vediamo cos'è e cosa comporta concretamente...

truffa FTX

Conseguenze (e speranze) dopo la presunta truffa FTX

Chiunque abbia investito in FTX può giustamente sentire il sangue gelare nelle vene da quando la nota piattaforma ha dichiarato bancarotta e si sente parlare di una presunta truffa FTX dalle dimensioni colossali

locazione di una casa vacanze

Aspetti legali della locazione di una casa vacanze

Tra le varie forme di locazione di un immobile abitativo c'è quello degli affitti turistici ed è quindi opportuno valutare tutti gli aspetti legali della locazione di una casa vacanze per evitare sgradite sorprese...

Cessione del credito quando c’è dolo o colpa grave

Cessione del credito quando c’è dolo o colpa grave?

Dopo lunghissima incertezza sulle sorti dei crediti attesi da migliaia di imprese, permarrà esclusivamente il blocco della cessione del credito quando c'è dolo o colpa grave