Il diritto di passaggio in cortile privato

diritto di passaggio in cortile privato

Non è la prima volta che trattiamo l’argomento della servitù di passaggio in generale e il diritto di passaggio in cortile privato oggetto di questo breve approfondimento ne è una interessante variante.

Riassumendo molto brevemente, può accadere che una proprietà (il cosiddetto fondo servente) debba sopportare il transito diretto a un diverso fondo (il cosiddetto fondo dominante) in virtù di un obbligo di legge (che opera ogniqualvolta il fondo dominante sia intercluso e quindi senza altra possibilità di accedervi) oppure a seguito di un accordo raggiunto tra i proprietari dei due fondi che potrebbero aver anche convenuto un corrispettivo da aggiungersi all’ordinario obbligo di manutenzione sempre a carico del fondo che beneficia del diritto di passaggio.

Nel caso di unità immobiliari ricavate dalla riconversione e/o ristrutturazione e frazionamento di un preesistente fabbricato, proprio in ragione dell’originaria impostazione architettonica dove, in genere, diverse ali gravitavano attorno a una corte comune, può sorgere il problema dell’esercizio del diritto di passaggio in cortile privato quando, anziché questo essere in comproprietà di tutte le nuove unità ricavate, sia invece stato assegnato a una soltanto di esse.

Come nel caso del fondo intercluso il cui accesso e godimento sarebbe impossibile senza un diritto di passaggio protetto da eventuali eventi o azioni che lo rendano impossibile o anche solo più difficoltoso, anche in questo caso il proprietario dell’unità immobiliare che non abbia altro modo di accedervi sarà titolare di una servitù di passo legale che gli attribuisca il diritto di passaggio in cortile privato altrui.

Così come per ogni altra servitù di passaggio, il corrispondente diritto di passaggio deve poter essere esercitato liberamente e senza limitazioni di sorta (si veda, ad esempio, Servitù di passaggio ostruita, quali azioni sono possibili?) per cui, lungi dall’intraprendere alcuna iniziativa personale che, anche se nella convinzione di aver tutta la ragione rappresenterebbe il reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni come visto in Diritto di veduta impedito da alberi, il titolare potrà rivolgersi al Giudice di pace competente per territorio per vedersi garantito il proprio diritto di passaggio.

Attenzione! Il diritto di passaggio si prescrive per non uso ventennale sempre che, nel frattempo, un avente diritto non abbia interrotto i termini con una diffida a mezzo raccomandata a.r. o, ancor meglio trattandosi di diritto reale di godimento, intraprendendo una azione legale specifica volta a ripristinare il passaggio autonomo e indisturbato.

Per approfondimento:

Corte costituzionale – Illegittimità costituzionale dell’art. 1052, secondo comma, del Codice civile, nella parte in cui non prevede che il passaggio coattivo di cui al primo comma possa essere concesso dall’autorità giudiziaria quando questa riconosca che la domanda risponde alle esigenze di accessibilità – di cui alla legislazione relativa ai portatori di handicap – degli edifici destinati ad uso abitativo

Photo credit, Adobe Stock 305255664



denuncia di smarrimento della patente online

Denuncia di smarrimento della patente online, istruzioni e consigli utili

Può capitare a tutti di accorgersi che non è dove l'abbiamo sempre tenuta, e dopo averla cercata e ricercata, doversi convincere finalmente che non c'è altra soluzione che fare denuncia di smarrimento della patente online, per fortuna

diritto di ritenzione del meccanico

Diritto di ritenzione del meccanico, lecito a condizione che…

Le spese per la manutenzione o la riparazione dell'auto possono essere importanti e non è infrequente veder applicato il diritto di ritenzione del meccanico sull'auto finché il debito gli sia saldato

nuda proprietà e prima casa

Nuda proprietà e prima casa, le agevolazioni fiscali

Le agevolazioni fiscali che riguardano nuda proprietà e prima casa ricalcano quelle per l'acquisto di ogni abitazione principale offrendo gli stessi vantaggi alle medesime condizioni

si può vendere la nuda proprietà

Si può vendere la nuda proprietà?

Si può vendere la nuda proprietà e si può comprare la nuda proprietà, è un accordo assolutamente lecito fintanto che non vi siano forzature e il prezzo sia corretto

valore della nuda proprietà

Il valore della nuda proprietà

Risulta evidente che il valore della nuda proprietà sia inferiore rispetto al valore della piena proprietà per il semplice fatto che l'usufrutto non può eccedere la vita dell'usufruttuario

acquisto della nuda proprietà

L’acquisto della nuda proprietà

L'acquisto della nuda proprietà è un atto negoziale tra vivi mediante il quale un soggetto acquisterà la proprietà di un bene costituendo, contemporaneamente, un diritto reale di godimento a favore del venditore