La pensione per le casalinghe senza contributi versati

pensione per le casalinghe senza contributi versati

Dopo una vita di impegno nella cura della casa e della propria famiglia, appare ingiusto che non sia stata prevista una qualche forma di pensione per le casalinghe senza contributi versati, anche se…

Andiamo con ordine: la Legge nr. 493 del 1999 ha istituito il cosiddetto Fondo casalinghe al quale è possibile iscriversi già dal compimento del 16esimo anno d’età. A fronte di un contributo volontario minimo di soli € 25,82 mensili, l’iscritta (o iscritto) al Fondo che abbia versato almeno 5 (cinque) anni di contributi avrà diritto sia alla pensione di inabilità in caso di incidente domestico che, a partire dal 57esimo anno d’età, alla pensione di vecchiaia calcolata con il sistema contributivo e quindi proporzionata ai contributi effettivamente versati.

Per farsi un’idea, diciamo che nei suoi modesti importi non sarà certo una pensione importante ma nemmeno trascurabile: con 30 anni di contributi versati spetterà una pensione di circa € 1.000 (mille).

Detti contributi, oltre a essere volontari e di importo decisamente accessibile a chiunque, possono anche essere versati per intero nella misura minima di € 309,84 (ossia €25,82 mensili x 12 mesi) nel caso mancassero delle annualità.

In più, benché per la sua natura questa pensione non sarà trasmissibile ai superstiti, come ulteriore aiuto alla casalinga o al casalingo iscritto al Fondo i versamenti saranno interamente deducibili dall’imponibile IRPEF.

Anche se non esiste quindi una pensione per le casalinghe senza contributi versati, non va trascurata comunque la possibilità, per chi non abbia mai versato alcun contributo, di accedere alla pensione sociale per conoscere la quale rimandiamo ai nostri articoli: A che età si prende la pensione sociale e a quanto ammonta? e Spetta la pensione sociale alle donne senza contributi versati?

Relativamente invece alla pensione per le casalinghe, per approfondimenti o richieste di chiarimenti questa è la scheda predisposta dall’INPS sul Fondo casalinghe con alcune informazioni sull’iscrizione e i successivi versamenti di cui abbiamo detto.

Photo credit, Adobe Stock license 414104157



permesso provvisorio di guida dei Carabinieri

Quando NON vale il permesso provvisorio di guida dei Carabinieri

Ottenere un permesso provvisorio di guida dei Carabinieri è semplicissimo recandosi in una qualunque Stazione e dichiarando di avere perso o di aver subito il furto della propria patente di guida ma ci sono limiti alla sua validità...

depenalizzato il reato di resistenza a pubblico ufficiale

E’ depenalizzato il reato di resistenza a Pubblico ufficiale?

A tutti gli insofferenti agli ordini provenienti da una qualunque Autorità diciamo subito che non è stato ancora depenalizzato il reato di resistenza a Pubblico ufficiale ma...

lavoro subordinato

Lavoro subordinato e Associazione in partecipazione

La Corte di Cassazione si è pronunciata con l'Ordinanza nr. 6893 del 2022 sulla riconducibilità del rapporto di lavoro al contratto di associazione in partecipazione oppure al contratto di lavoro subordinato con retribuzione commisurata agli utili...

pensione alla casalinga sposata

Quale pensione alla casalinga sposata?

Nel caso sia la moglie a occuparsi della gestione della casa (e della famiglia), la Legge prevede il pagamento della pensione alla casalinga sposata a condizione che abbia aderito per tempo all'apposito Fondo...

cane legato

Occhio a lasciare il cane legato fuori o all’interno di un negozio

Lasciare il cane legato per allontanarsi a fare la spesa può costare caro. Pubblichiamo un articolo dell'avv. Portoghese che illustra i casi più frequenti di responsabilità del proprietario...

il valore della firma scansionata

Quale è il valore della firma scansionata?

Nel sovrapporsi degli strumenti informatici disponibili sorge legittimamente il dubbio su quale sia il valore della firma scansionata e apposta a un documento scambiato in forma digitale...