Quale pensione alla casalinga sposata?

pensione alla casalinga sposata

Nel caso sia la moglie a occuparsi della gestione della casa (e della famiglia), non importa se a tempo pieno o parziale, la Legge prevede la possibilità di pagamento della pensione alla casalinga sposata a condizione che abbia aderito per tempo all’apposito Fondo.

La Legge nr. 493 del 1999 ha infatti istituito il cosiddetto Fondo casalinghe a cui ciascuno può aderire già a partire dai 16 (sedici) anni versando un contributo annuale su base volontaria a partire da un minimo mensile quasi simbolico di €25,82 (venticinque virgola ottantadue). Si veda per approfondimento la nostra scheda: la pensione per le casalinghe sposate senza contributi versati.

Sottolineiamo ‘chiunque’ perché il termine casalinga, spesso associato alla sola figura femminile e solo all’interno del matrimonio civile, appare oggi riduttivo. Come già visto, con la Legge Cirinnà i diritti prima nascenti solo nel contesto del matrimonio con effetti anche civili contratto di fronte al Sacerdote in virtù dei Patti Lateranensi ora sono stati estesi a tutte le forme di convivenza more uxorio, non potendosi più fare distinzione in alcuna sede, INPS compresa, se registrati nell’apposito Registro delle unioni civili o in altra forma prevista dalla legge. Per chi volesse approfondire, rimandiamo all’articolo: Il significato della convivenza more uxorio.

Ovviamente, a fronte di versamenti versati pressoché simbolici anche l’importo mensile poi erogato dall’INPS sarà altrettanto simbolico e bisognerà valutare attentamente se e quanto versare in base alle future necessità.

Nel caso in cui non sia possibile erogare la pensione alla casalinga sposata restano comunque disponibili le forme previdenziali a cui ciascuno avrà sempre diritto, pensione sociale e pensione senza contributi versati per il cui approfondimento rimandiamo ai nostri articoli: A che età si prende la pensione sociale e a quanto ammonta? e Spetta la pensione sociale alle donne senza contributi versati?

La pensione alla casalinga sposata che abbia aderito al Fondo sopra citato può esserle erogata già a partire dal 57esimo (cinquantasettesimo) anno d’età, anche a chi abbia svolto lavori ‘fuori casa’ per non più di 24 (ventiquattro) ore settimanali ma non può sommarsi alla cosiddetta pensione sociale a meno che l’importo della pensione alla casalinga sposata superi di almeno il 20% (venti percento) l’importo di quella sociale. Se di importo minore si intenderà assorbita nella prima per cui, a parere di chi scrive, sia per i pochi anni di contributi ammessi, sia per la contribuzione su base volontaria di importo contenuto, nella decisione di quale importo effettivamente versare mensilmente, bisognerà tenere conto anche di questo…

Photo credit, Adobe Stock license 225760218



cane legato

Occhio a lasciare il cane legato fuori o all’interno di un negozio

Lasciare il cane legato per allontanarsi a fare la spesa può costare caro. Pubblichiamo un articolo dell'avv. Portoghese che illustra i casi più frequenti di responsabilità del proprietario...

il valore della firma scansionata

Quale è il valore della firma scansionata?

Nel sovrapporsi degli strumenti informatici disponibili sorge legittimamente il dubbio su quale sia il valore della firma scansionata e apposta a un documento scambiato in forma digitale...

denuncia per aggressione le conseguenze penali

Denuncia per aggressione, le conseguenze penali

Premesso che non è aggressione solo quella fisica ma anche quella verbale, nel caso di una denuncia per aggressione le conseguenze penali variano a seconda delle aggravanti e delle lesioni riportate dalla vittima

coperture in Eternit e obbligo di rimozione

Coperture in Eternit e obbligo di rimozione

Dopo la loro larghissima diffusione nel '900 in àmbito industriale e residenziale, coperture in Eternit e obbligo di rimozione rappresentano un costoso e pericoloso problema da valutare caso per caso...

il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica

Il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica

Decorso il termine entro il quale doveva obbligatoriamente essere emessa fattura è possibile procedere autonomamente con il ravvedimento per il tardivo invio della fattura elettronica al fine di evitare le pesanti sanzioni altrimenti previste

la convivenza di fatto agli occhi dell'INPS

La convivenza di fatto agli occhi dell’INPS

Come venga inquadrata la convivenza di fatto agli occhi dell'INPS ha particolarmente rilievo quando ci si trovi a richiedere una prestazione a sostegno del reddito...